Come migliorare la qualità dell’aria in casa con le piante

Paola Castellani

Paola Castellani

Forse non tutti sanno che le piante, oltre ad avere una funzione ornamentale, possono anche depurare l’aria delle nostre case. Difatti, oltre alla fotosintesi clorofilliana, che assorbe grandi quantitativi di anidride carbonica, alcune specie hanno la capacità di neutralizzare i cosiddetti COV, vale a dire i composti organici volatili, in virtù di enzimi particolari detti metilotrofi. I COV sono composti chimici presenti nei diluenti per vernici e benzine, nel fumo del tabacco, in molti  rivestimenti protettivi, in prodotti chimici per la produzione di materie plastiche, resine e fibre sintetiche, in prodotti per la pulizia, quindi molto spesso presenti nelle nostre case. 

La gerbera, ad esempio, che è una bellissima pianta fiorita, è efficace nella rimozione della trielina, che può entrare nelle nostre case attraverso il lavaggio a secco degli indumenti. La gerbera è anche capace di  filtrare il benzene che si trova negli inchiostri. 

La Sansevieria, conosciuta anche come la lingua di suocera, è una delle migliori piante per filtrare la formaldeide, che è comune in prodotti per la pulizia, carta igienica, fazzoletti e prodotti per la cura personale. Mettetela nella vostra stanza da bagno, cresce bene anche con luce bassa e in condizioni di umidità mentre aiuta a filtrare gli inquinanti atmosferici.     

Un’altra pianta potente capace di assorbire la formaldeide, è il Pothos.  Questa pianta, che ha una crescita molto rapida e crea una bellissima cascata di verde,è adatta anche per il vostro garage perché lo scarico delle auto è pieno di formaldeide. il  Pothos, noto anche come l’edera del diavolo, rimane verde anche quando è tenuto in ambienti con poca luce.  

Il Crisantemo può fare molto di più che illuminare il vostro soggiorno; i suoi bellissimi fiori vi aiuteranno a filtrare il benzene, che si trova comunemente nella colla, nelle vernici, plastiche e detergenti. Questa pianta ama la luce, e per incoraggiare le sue gemme ad aprirsi, avrete bisogno di trovarle un posto vicino a una finestra con luce solare diretta.   

Un Ficus Benjamine nel salotto di casa può aiutare a filtrare le sostanze inquinanti che tipicamente sono presenti nella moquette e mobili, come la formaldeide, il benzene e tricloroetilene. Prendersi cura di un ficus può essere difficile, ma una volta imparate le condizioni di irrigazione e di luce, vi durerà a lungo.

Lo Spatifillo, che richiede ombra e irrigazione settimanale, è in cima lista della NASA per la rimozione di tutti e tre di COV più comuni – formaldeide, benzene e tricloroetilene. Ma è capace di assorbire anche il toluene e l’xilene. Paola Castelli (Resp. informatica Prezioso casa)Appassionata di natura e ambiente, presidente di un’associazione per la tutela ambientale.       

Paola Castelli (Resp. informatica Prezioso casa)
Appassionata di natura e ambiente, presidente di un’associazione per la tutela ambientale.

    

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Ti potrebbero interessare...

Ambiente - Green
Girone Giovanni

Bimbi a casa e pulizia

Cari lettori del blog di Prezioso Casa in attesa di accogliervi nuovamente negli showroom di Salerno e Castel Volturno eccovi qualche consiglio per rendere i

leggi di più »

LEGGI ALTRE curiosità E CONSIGLI PREZIOSI!

Rimani aggiornato con le nostre novità e promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CONSULENZA E PROGETTAZIONE ONLINE

Per noi di Prezioso Casa, la tua casa, è il posto più importante.
Per questo ora puoi ricevere la nostra consulenza anche online, ed approfittare delle promo esclusive riservate!