I trucchi per scegliere un buon divano

STANISLAO CATARCIO

STANISLAO CATARCIO

Come mio solito mi sono imbattuto in arredi bizzarri dal mondo  il kotatsu! Tipico della cultura Giapponese , vi sdraiate sul divano  coperti dal piumone, tenendo i piedi sotto il tavolo che sta al centro. Mangiate, dormite, leggete, ascoltate la musica, guardate la tv, lavorate al computer,  giocate col gatto senza mai aver bisogno di alzarvi… Praticamente un SOGNO! Ma torniamo alla vita reale…

Il divano è  l’elemento principale del soggiorno, oltre ad essere luogo di relax per eccellenza, il divano è oggi il miglior amico per chi cerca riposo, accoglienza o dove intrattenere conversazioni o concentrarsi per studiare. Scegliere il divano giusto diventa quindi un operazione fondamentale, imprescindibile nella ricerca e nei divani di alta qualità sono i dettagli a fare la differenza, soprattutto quelli nascosti. 

Analizziamo quindi quali sono i quattro parametri da tenere conto prima di sedersi e scegliere il divano da portare a casa: 

La Struttura 
Lo scheletro di un divano deve essere realizzato in materiali resistenti, come il legnomassello. Tra le essenze quelle più indicate sono abete e pioppo perché assicurano maggiore resistenza alle sollecitazioni meccaniche. 

L’Imbottitura 
La migliore è quella naturale in piume d’oca ma visto il costo elevato, un giusto compromesso è quello di mischiare diversi materiali in maniera tale che la seduta sia più rigida utilizzando, ad esempio, il poliuretano espanso, dall’aspetto molto simile alla spugna ma allo stesso tempo molto resistente. Per gli elementi esterni ,come braccioli e poggiatesta, spesso viene utilizzata la piuma d’oca per evitare la deformazione e garantire il massimo del comfort. 

Il Rivestimento 
Può essere naturale (lino, lana pelle e cotone) o sintetico. Col tempo i tessuti sinteticisono diventati sempre più utilizzati soprattutto per le loro proprietà idrorepellenti e antimacchia. 

L’Utilizzo 
Ultimo ma non meno importante parametro da tenere conto, prima dell’acquisto, è avere un’idea sulla destinazione del prodotto: Divano letto, Divano con chaise longue, Divano angolare, Divano componibile, Divano tondo con bracciolo alto o basso, Divano con piedini con o senza recliner, Divano con poggiatesta con cricchetto, Divano con seduta fissa… le scelte sono infinite ma dobbiamo ricordarci che un buon divano è per sempre. 

Sono dell’opinione che la qualità sia sempre la scelta più conveniente. Un divano di bassa qualità si romperà e si rovinerà molto più facilmente di uno realizzato con piu alti sandard qualitativi, ecco perché è importante valutare attentamente l’acquisto per non sbagliare la scelta  e condannarsi ad avere in casa un divano brutto oltre che scomodo.    

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Ti potrebbero interessare...

Divani
Vanessa Bianchi

Divano Viktor – Calìa

Cari amici del blog di Prezioso Casa per il post di oggi ci spostiamo nell’Expo 1 del nostro negozio di Castel Volturno (senza dimenticare l’altro

leggi di più »

LEGGI ALTRE curiosità E CONSIGLI PREZIOSI!

Rimani aggiornato con le nostre novità e promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CONSULENZA E PROGETTAZIONE ONLINE

Per noi di Prezioso Casa, la tua casa, è il posto più importante.
Per questo ora puoi ricevere la nostra consulenza anche online, ed approfittare delle promo esclusive riservate!